Politica Centro storico / Piazza Dante

Ipse dixit dal consiglio provinciale: le uscite curiose dei politici

Per la Festa dell'Europa il consiglio si è riunito con la partecipazione del consiglio provinciale dei giovani. Uno dei punti centrali è stato la conoscenza delle lingue. Ma, a volte, anche l'italiano sembra mal masticato

In occasione della Festa dell'Europa, il consiglio provinciale di Trento si è riunito oggi in una seduta speciale, con la partecipazione del consiglio provinciale dei giovani, presenti in aula. Uno dei punti su cui si è insistito di più è la conoscenza delle lingue straniere "almeno due", hanno sottolineato molto consiglieri nei loro interventi. Ma, a volte, anche l'italiano sembra un idioma mal masticato. Sicuramente è l'emozione che tradisce... Abbiamo trascritto gli ipse dixit più curiosi dei politici nostrani, ripresi in diretta video. 

Criptico. Claudio Eccher (Civica per Divina): "Guardiamo le cose come stanno: quali sono le situazioni che però bisogna ri ri rimettere in sesto? Bisogna recuperare il fatto che per allargare bisogna vederla un po' tra di noi e fare un po'di chiarezza". Chissà a che cosa si riferiva con "bisogna vederla un po' tra di noi".
 
Essi vivono. Mario Casna (Lega Nord): "Noi crediamo che esista qualcuno che governa veramente il mondo".
 
Paradossi. Giovanazzi (Amministrare il Trentino): "L'altra volta avevo detto che il parlamento europeo è un parcheggio per trombati. Ma oggi non lo uso questo termine".
 E ancora: "Dobbiamo dirci tutto e non possiamo patinare la facciata patinando una pagina di giornale, dobbiamo dire le cose come stanno". 
 
Autostima. Firmani (Idv): "Io non mi sento né corrotto, né incapace". "Io sono un giovanissimo politico, nonostante l'età". Il consigliere ha 66 anni.
 
Mal di stagione. Dominici (Gruppo Misto): "Scusate sono reduce da qualche giorno di tossi e certo qua dentro non passa".
 
Timori reverenziali. Panetta (Upt). Ha ringraziato i giovani per i "diversi interventi che io reputo anche interventi puntuali e senza nessun timore dei colleghi provinciali. E grazie per la compostezza: si sono fermati al loro posto a differenza di altri consiglieri provinciali".
 
Comunquemente. Ottobre (Patt)."Noi come piccoli tentini dobbiamo saperci rapportare con un sistema Europa che comunque ha dato comunque delle grandi opportunità".
 
La voce della verità. Il giovane consigliere Inama cita De Gasperi: "I politici pensano alle prossime elezioni. Gli statisti alle prossime generazioni".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipse dixit dal consiglio provinciale: le uscite curiose dei politici

TrentoToday è in caricamento