rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Faccia a faccia

Gerosa al tavolo con Cgil, Cisl e Uil

La candidata di FdI ha incontrato i sindacati per parlare del futuro del Trentino. E le sigle hanno chiesto il ritiro del ddl 148

“Quando pensi al futuro del Trentino, e ancora di più se lo fai nella veste di candidato presidente, seppur chiara espressione di un partito, è doveroso ragionare con la mente aperta ed essere pronta a cogliere ogni sfumatura trasversale e ogni contributo che possa arrivare da tutti i mondi che nel Trentino vivono e operano quotidianamente”: sono le parole della candidata di Fratelli d’Italia alla presidenza della Provincia Francesca Gerosa a margine dell’incontro, avvenuto nei giorni scorsi, con i segretari trentini di Cgil, Cisl e Uil.

Popolazione, progettualità per i giovani, politiche industriali e lavoro, transizione digitale ed ecologica, passando per il welfare; questi alcuni dei temi sul tavolo dell’incontro, con Gerosa che ha poi commentato così: “Nella trattazione delle varie tematiche ci si è soffermati anche all’analisi del reperimento delle risorse e al costo di eventuali azioni, perché ogni azione, affinché non diventi propaganda, deve avere le adeguate coperture”.

Le sigle, nel corso dell’incontro, hanno posto l’accento in particolar modo sul tema dell’emergenza salariale, avanzando poi una richiesta: che sia ritirato il ddl 148 “Modificazioni della legge provinciale sulla scuola 2006”, con primo firmatario Claudio Cia, uno dei nomi principali del partito di Gerosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gerosa al tavolo con Cgil, Cisl e Uil

TrentoToday è in caricamento