Fugatti: "Guardiamo con interesse alle richieste di autonomia delle altre Regioni"

E' quanto ha dichiarato Fugatti a Cagliari all'incontro con Regioni e Province a Statuto speciale. In novembre a Palermo si terrà la terza Conferenza generale

"Guardiamo con interesse alle richieste di autonomia differenziata avanzate legittimamente dalle regioni a statuto ordinario, come Veneto e Lombardia. Più autonomia c’è a livello nazionale, maggiore autonomia ci sarà anche per le autonomie speciali, perché si innesta un percorso virtuoso  che può essere utile all’intero Paese”.

Parole del governatore trentino Maurizio Fugatti al vertice di Cagliari, che ha riunito i presidenti delle Regioni e Province autonome. Parole che confermano quanto da sempre dichiarato dal presidente leghista del Trentino, che ha sempre appoggiato i referendum sull'autonomia del governatore veneto Zaia e dell'allora presidente della Lombardia Maroni, entrambi colleghi di partito. 

Fugatti ha ribadito il rischio di "omologazione" insito nel centralismo dello Stato. "Dobbiamo impegnarci - ha detto - per ricordare le motivazioni storiche, linguistiche e sociali che hanno dato vita alle nostre prerogative, motivazioni che sono ancor oggi valide. Come autonomia trentina, abbiamo fatto importanti accordi con lo Stato, soprattutto sotto l’aspetto finanziario, accordi che vanno certamente rispettati, ma che possono anche essere approfonditi ed eventualmente ridiscussi".

Temi certamente attuali per tutte le Regioni e Province autonome, che hannodeciso di convocare dopo 13 anni la Conferenza  delle Regioni a Statuto Speciale, che si svolgerà a Palermo nel mese di novembre. L'ultima fu ad Aosta nel 2006.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Volotea: due nuove destinazioni dall'Aeroporto Catullo

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Infortunio sul lavoro a Grigno, precipita per cinque metri e si schianta al suolo: grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento