Politica Centro storico / Via Oss Mazzurana

Festival della Famiglia: il ministro Fontana non ci sarà, proteste per il senatore Pillon

La protesta non rientra, anche dopo l'annuncio della mancata partecipazione del Ministro della Famiglia. Il 7 dicembre è atteso il senatore leghista

Uno striscione di protesta contro il DDL Pillon esposto a Trento dal Collettivo Transfemminista Queer

Il ministro Lorenzo Fontana non sarà al Festival della Famiglia a Trento. La presenza del ministro aveva suscitato dure reazioni di protesta da parte dei movimenti per i diritti civili, collettivi femministi e transfemministi nonchè di partiti politici come Liberi e Uguali e Potere al Popolo, che avevano annunciato un presidio all'ingresso del teatro Sociale, dove Fontana era atteso per l'inaugurazione della manifestazione organizzata, per il settimo anno, dall'Agenzia provinciale per la famiglia, lunedì 3 dicembre.

Ecco cosa prevede il DDL Pillon e perchè è così contestato

Contestato per le sue posizioni contrarie alle famiglie omosessuali, antiabortiste e per la richiesta di abrogazione della Legge Mancino che punisce le azioni di stampo fascista, il ministro dovrà rimanere a Roma per impegni istituzionali con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Confermata invce la presenza, il 7 dicembre, del senatore Simone Pillon, uno dei protagonisti del Family Day, promotore dell'omonimo disegno di legge in cui introduce  il  principio di "bigenitorialità perfetta" ovvero l'obbligo di ripartizione in egual misura del tempo passato dai figli con entrambi i genitori, in caso di separazione.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival della Famiglia: il ministro Fontana non ci sarà, proteste per il senatore Pillon

TrentoToday è in caricamento