Fondo occupazione e famiglie con 6 milioni di rimborsi sui vitalizi

Le risorse sono state ripartite in tre ambiti: occupazione (2.568.477 euro) famiglia (1.898.684 euro) e sociale (2.133.220 euro)

Puntare su iniziative in grado di generare nuovi posti lavoro e un aiuto concreto alle famiglie in maggiore difficoltà. Queste le caratteristiche di una serie di progetti che la Provincia autonoma di Trento ha oggi individuato, con una delibera a firma del presidente Ugo Rossi, e che saranno presentati alla Regione per il finanziamento sul Fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell’occupazione, creato con le risorse ottenute dai rimborsi sui vitalizi.

La somma a disposizione della Provincia per il triennio 2016/2018 è di 6.600.382 euro. Le risorse sono state ripartite in tre ambiti: occupazione (2.568.477 euro) famiglia (1.898.684 euro) e sociale (2.133.220 euro). Nella scelta, il tavolo di lavoro, coordinato dalla Direzione generale della Provincia, ha privilegiato, per quanto concerne l'ambito dell'occupazione, progetti di immediata attivabilità e capaci di generare nuovi posti di lavoro, ovvero di favorire l'accompagnamento al lavoro. All'interno degli ambiti famiglia e sociale sono stati selezionati i progetti mirati alla creazione di un aiuto concreto a sostegno delle persone fragili e delle famiglie in maggiore difficoltà ed al sostegno delle funzioni educative e di cura delle relazioni familiari. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento