rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

61 milioni agli enti locali trentini per assunzioni ed investimenti

Dall'assestamento di bilancio arrivano fondi per i comuni sotto i 5mila abitanti

Dall’assestamento di bilancio che sarà esaminato in Consiglio provinciale alla fine di luglio, arrivano nuove risorse per i comuni trentini: in tutto 61 milioni di euro, che serviranno - come sottolinea l'assessore provinciale agli enti locali Mattia Gottardi - per "sostenere gli investimenti dei comuni e dare risposta, almeno in parte, all'annoso problema della carenza di personale, che colpisce soprattutto i comuni più piccoli".

L'impegno è stato definito con il Consiglio delle Autonomie attraverso un’integrazione del protocollo di finanza locale per il 2021, sottoscritta martedì dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, dallo stesso assessore Gottardi e dal presidente dell'organo di rappresentanza dei comuni, Paride Gianmoena.

Nel Protocollo le parti condividono l'opportunità di introdurre nella disciplina vigente la possibilità per la Provincia di concorrere alle spese per l’assunzione di ulteriore personale da parte dei comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti che non dispongono di sufficienti risorse finanziarie.

Viene, inoltre, concordato che la Provincia trasferirà 30 milioni di euro al Fondo per gli investimenti programmati dai comuni. Una quota, pari a 4,5 milioni, sarà ripartita tra i comuni che conferiscono risorse al Fondo di solidarietà 2021, sulla base dei criteri già condivisi. La restante quota verrà ripartita tra tutti i comuni sulla base dei medesimi criteri già utilizzati. Altri 10 milioni saranno destinati al Fondo di riserva per opere di natura urgente. Si rendono, infine, disponibili ulteriori 21 milioni di euro da destinare a sostegno degli interventi relativi ad edilizia scolastica ed asili nido.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

61 milioni agli enti locali trentini per assunzioni ed investimenti

TrentoToday è in caricamento