Elezioni

Elezioni provinciali 2013: rimborso per residenti all'estero

In questo articolo trovate tutte le informazioni riguardo al sussidio erogato per rimborsare le spese di viaggio per cittadini residenti all'estero. La richiesta va fatta all'Economato del Comune in cui si vota

Anche per le elezioni provinciali gli elettori residenti all'estero hanno diritto ad un sussidio a copertura delle spese per rientrare nel Comune in cui sono iscritti nelle liste elettorali. Tali elettori devono essere rimpatriati almeno 30 giorni prima delle elezioni e devono ritornare all'esterno 45 giorni dopo. La permanenza in Provincia di Trento non può però superare i 30 giorni totali, per cittadini provenienti da paesi europei, e 60 per quelli provenienti da paesi extraeuropei. I titolari di tali diritti devono fare richiesta presso l'Economato del proprio Comune il giorno delle votazioni o nei due giorni successivi, presentando il certificato elettorale ed il biglietto di viaggio. Hanno diritto di ottenere un sussidio i cittadini residenti  all’estero per motivi di lavoro, iscritti nelle liste elettorali dei comuni per l’elezione  del Presidente e del Consiglio della Provincia autonoma di Trento, che ricadano in  una delle seguenti categorie: lavoratori dipendenti, autonomi o che svolgono un'attività libero-professionale, secondo la legislazione del paese di residenza all'estero; pensionati con pensione maturata, almeno parzialmente, con attività lavorativa svolta all'estero; coniugi e figli a carico dei cittadini di cui alle precedenti categorie.


Secondo quanto disposto dall’articolo 2 della legge provinciale n. 14 del 2002, agli elettori residenti all’estero è concesso un sussidio a titolo assistenziale pari a:


a) Euro 77,46 se provenienti da Austria (limitatamente a Tirolo e Vorarlberg), Liechtenstein, Svizzera;
b) Euro 103,29 se provenienti da Austria (escluso Tirolo e Vorarlberg) e Germania  (limitatamente a Baviera e Baden-Württemberg);
c) Euro 154,93 se provenienti da altri Paesi dell'area europea, compresa la  Germania (esclusi Baviera e Baden-Württemberg), ad eccezione di Finlandia, Inghilterra, Irlanda, Islanda, Norvegia, Svezia;
d) Euro 206,58 se provenienti da Finlandia, Inghilterra, Irlanda, Islanda, Norvegia, Svezia;
e) 50 per cento delle spese di viaggio in nave, treno ed aereo se provenienti da  Paesi extraeuropei.


Gli elettori residenti all’estero in paese europeo, purché residenti in località che distino almeno 500 chilometri da Trento, possono chiedere, in alternativa ai rimborsi indicati alle lettere da a) a d), un rimborso del 50 per cento delle spese di viaggio in aereo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni provinciali 2013: rimborso per residenti all'estero

TrentoToday è in caricamento