Castelfondo: nessuno si candida, comune commissariato

Nessun candidato, nessuna lista, nessuna campagna elettorale: l'attuale sindaco Nadia Ianes toglierà la fascia tricolore lasciando le chiavi del municipio al commissario di nomina provinciale. In novembre saranno indette nuove elezioni, nella speranza che qualcuno si faccia avanti

Su 640 abitanti non si trovano 15 volonterosi disposti a sedere in consiglio comunale, figuriamoci qualcuno che possa portare il "peso" della fascia tricolore. E così l'attuale sindaco di Castelfondo, Nadia Ianes, sarà l'ultima ad indossarla, dopo di lei arriverà il commissario, di nomina provinciale. Quella del piccolo comune della val di Non è una storia singolare: nessun cittadino, anche non residente, ha presentato la propria candidatura alle elezioni amministrative del 10 maggio.

Nessun candidato sindaco, nessuna lista, nessuna campagna elettorale. Il caso fa molto discutere in tempi di fusioni in Trentino: sono 55 i municipi che hanno chiesto di essere  uniti in 19 nuovi enti, per questioni economiche, burocratiche, sociali. Il commissario resterà in carica fino al prossimo novembre, quando saranno indette nuove elezioni. Sei mesi di tempo perchè qualcuno ci ripensi. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

  • Val Daone: 15 mucche spaventate dal temporale cadono in un dirupo

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento