rotate-mobile
Elezioni provinciali 2018 Centro storico / Via Torre Verde

PD, la candidatura di Rossi non passa per 3 voti

Un 'no' a Rossi che non è però un 'sì' convinto a Paolo Ghezzi, carte spaprigliate nel centrosinistra (non più) autonomista

"No" a Rossi, ma il "sì" a Ghezzi non è ancora uficiale. Il Partito Democratico del Trentino si è riunito per risolver con i voti la spinosa questione del candidato presidente della coalizione di centrosinistra alle elezioni provinciali di ottobre. Se di coalizione si possa ancora  parlare non è certo: il Patt, alleato autonomista, aveva infatti imposto il veto sul suo candidatoo, l'attuale presidente della Provincia Ugo Rossi.

Risultato: 22 voti a favore, 25 contrari. Per soli tre voti (partirà la "caccia alle streghe"?) il PD trentino ha deciso di non riconoscersi nella candidatura  di Rossi. Si dovrà ora trovare un presidente, ma è chiaro che il nome di Paolo Ghezzi, outsider, ex direttore de L'Adige, ha smosso le acque più del previsto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD, la candidatura di Rossi non passa per 3 voti

TrentoToday è in caricamento