menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni provinciali, palla al centro? Da Ottobre a Borga, e rinasce pure l'UDC

Mauro Ottobre stila un elenco di soggetti con in quali starebbe dialogando per costruire "un grande centro di cui in Trentino si sente la necessità", e ci mette anche il nome di De Laurentis. Nel frattempo l'UDC si ricostituisce con un nuovo commissario ed invita Bezzi (FI) e Giuliana (Patt)

L'alternativa al centrosinistra autonomista alle elezioni provinciali c'è. Parola di Mauro Ottobre. L'ex presidente dell'Associazione Artigiani e Piccole Imprese Roberto De Laurentis annuncia la sua candidatura alle elezioni provinciali ed il senatore ex Patt ci mette subito la firma. In una nota diffusa sieri pomeriggio il parlamentare trentino presenta il suo partito Autonomia Dinamica e stila un elenco di persone con le quali "da tempo, con impegno e senza clamori, sta lavorando in qualità di propulsore e collante per creare un grande centro di cui il Trentino oggi piu’ che mai ne sente la necessità".

Nella lista figurano l'assessore tecnico Carlo Daldoss, il primo, in Giunta, a smarcarsi in vista delle elezioni, ma anche il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, a suo tempo candidato alternativo al democratico Miorandi; il trio formato dal consiglier della Civica Trentina Rodolfo Borga, il sindaco di Vallarsa Geremia Gios (anche lui, a suo modo, figura alternativa nel mondo delle cooperative) ed il fuoriuscito dal Patt Walter Kaswalder, che fondò in seguito gli Autoonomisti Popolari.

A questi nomi va ad aggiungersi, appunto, quello di De Laurentis e del suo movimento Tre, sebbene il diretto interessato abbia dichiarato che il suo è un soggetto completamente "libero di camminare da solo". Insomma il "grande centro di cui in Trentino si sente oggi più che mai la necessità" nascerà in vista delle provinciali? Il tempo corre ma Ottobre è ottimista: "non c’è bisogno di mesi per scegliere un candidato presidente" dice riferendosi al centrosinistra autonomista che si è dato la fine di giugno come scadenza per trovare un candidato presidente, dopo le perplessità del PD su un Rossi bis.

C'è voglia di centro, insomma. Più che altro c'è la  necessità, o l'opportunità a seconda dei punti di vista, di ricostruire un centro che sembra essersi sfaldato con le derive a destra del patt e a sinistra da parte di alcuni esponenti del PD, ma soprattutto in seguito alle cannonate inferte a colpi di schede elettorali da Lega e Movimento Cinque Stelle alle ultie elezioni politiche.

Una "voglia di centro" che ha perfino fatto rispuntare il centro per antonomasia: è di oggi la notizia di un neocostituito comitato dell'UDC in Trentino sotto la guida di Andrea Brocoli come commissario. All'incontro di presentazione parteciperanno tra gli altri, il consigliere Giacomo Bezzi, che alle ultime provinciali declinò il nome del partito di Berlusconi in Forza Trentino, ed il consigliere del Patt Luca Giuliani,per chiudere il cerchio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento