Elezioni comunali 2020 Villazzano / Salita dei Molini, 14/A

Elezioni comunali, ecco il voto nelle circoscrizioni

La Lega supera il PD a Meano ed a Gardolo, il Patt vola ancora alto a Sardagna e Ravina, Franco Bruno mai sopra lo 0 ma a Villazzano ha 11 fans

Franco Ianeselli ha vinto le elezioni comunali di Trento con il 54%, mentre il candidato di centrodestra Andrea Merler è rimasto al 30%. Il voto nelle circoscrizioni mostra come il risultato di entrambi sia più o meno equamente ripartito in tutti i sobborghi della città. Più variabili i risultati degli altri candidati, e soprattutto dei vari partiti.

Ianeselli ha toccato la percentuale massima a Sardagna dove ha ottenuto il 64,64%, ma in questo caso si parla solo di 446 voti, più corposo il successo ottenuto nella circoscrizione centrale di Trento, San Giuseppe/Santa Chiara: 61,69% ovvero 5.151 voti. Superata la media cittadina per il candidato di centrosinistra anche a Povo, Oltrefersina e Ravina Romagnano. La circoscrizione in cui è stato meno votato è Gardolo: si fa per dire visto che anche lì ha raggiunto il 45%.

E' Povo il quartiere in cui il Partito Democratico è più votato (21,74%) mentre Gardolo si conferma il quartiere dove il centrodestra ottiene più voti: la Lega ha raggiunto il 19% (superando il PD fermo al 16%) ed a Meano, quartiere confinante, è arrivata al 25%. Sempre a Gardolo ha ottenuto la performance migliore anche il Movimento 5 Stelle con il 3,86%. 

A colpire l'occhio nella fitta tabella dei voti di lista è il 35% del Patt a Sardagna, percentuale decisamente alta rispetto al risultato cittadino. Il Partito autonomista viaggia ancora sopra il 15% a Ravina-Romagnano, paese dell'assessore uscente Roberto Stanchina, uno dei più votati alle comunali 2020.

Andrea Merler ha sfiorato il 40% a Meano e a Gardolo (precisamente 39,37% pari a 1.043 voti e 39,36% pari a 2.389 voti), sobborgo che aveva già guidato in passato, agli inizi della sua precoce carriera politica. La circoscrizione in cui è stato meno votato è Povo, con il 23,62%.

Marcello Carli ha invece sfiorato il 10% a Mattarello (9,03% pari a 271 voti) mentre il resto dei sobborghi, per lui, ricalcano la percentuale ottenuta in generale, ad eccezione del 6% ottenuto in Argentario ed in Centro storico.

La candidata di "Si può fare!" Silvia Zanetti ha ottenuto un ottimo risultato a Povo, dove era "sponsorizzata" da Silvano Grisenti, con l'8,65%, per il resto ha superato il 3% un po' ovunque, tranne a Sardagna dove si è fermata all'1,16%. La candidata del Movimento 5 Stelle Carmen Martini ha ottenuto il massimo risultato a Gardolo con il 3,61%.

Il canddidato di Onda Civica Filippo Degasperi ottiene il massimo a Mattarello con il 3,07%, ma anche a Sardagna, dove il candidato è legato alla battaglia contro la discarica (2,9%). Il candidato di Rifondazione Comunista Giuliano Pantano ha ottenuto il massimo risultato in Centro Storico dove, con 140 voti, ha ottenuto l'1,52%.

Qualche curiosità sui voti all'outsider Franco Bruno ed al suo Movimento La Catena: si va dai 0 voti a Sardagna ai 22 del centralissimo quartiere di San Giuseppe / Santa Chiara. A Povo è stato votato da 3 persone, 11 nel vicino sobborgo di Villazzano dove la lista La Catena ha ottenuto lo 0,42%, massimo risultato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, ecco il voto nelle circoscrizioni

TrentoToday è in caricamento