Passaporto austriaco per gli altoatesini: a Vienna 1000 firme

Nella delegazione non solo i partiti separatisti a anche l'assessore provinciale dell'Svp

Mille firme per avere il doppio passaporto italo-austriaco. A portarle a Vienna non è stato qualche attivista separatista altoatesino, ma l'assessora provinciale del partito di maggioranza Maria Hochgruber Kuenzer (Svp) insieme al comandante degli Schützen Jürgen Wirth Anderlan.

La delegazione che ha incontrato funzionari del Ministero degli interni e degli esteri di Vienna, era formata, chiaramente, anche da esponenti della Süd-Tiroler Freiheit e dei Freiheitlichen, i due partiti separatisti promotori dell'iniziativa, dopo la promessa dell'ex presidente austriaco Sebastain Kurz.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cambio alla guida dell'Austria, dove dal 2017 il presidente è il verde Alexander Van dei Bellen, mentre la cancelliera Brigitte Birlein guida un governo transitorio, rischia di far cadere la questione nel dimenticatoio. In una nota, però, si legge che "anche il presidente Alexander Van der Bellen ha salutato spontaneamente la delegazione per informarsi dell'iniziativa che riguarda vari partiti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Dramma a Torbole: stagionale muore a 23 anni da solo a casa. Effettuato il tampone: negativo

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento