menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove competenze per la Provincia nel primo discorso di Rossi

"Un percorso che dovrebbe concretizzarsi a giugno 2014 e che porterà nuove competenze alla nostra autonomia" così il presidente Ugo Rossi ha comunicato, nel suo discorso di apertura della XV legislatura, le nuove comp0etenze in vista per la Provincia autonoma

Prima seduta del nuovo Consiglio provinciale oggi. Dopo l'elezione dell'Ufficio di Presidenza il presidente Ugo Rossi ha tenuto un discorso di presentazione del programma politico della XV legislatura. Tra le tante questioni affrontate nel suo intervento (per leggere l'intervento integrale clicca qui) il presidente ha riferito anche delle ultime novità riguardo alle politiche fiscali e ad altre deleghe all'interno degli accordi tra l'autonomia provinciale e lo Stato. Ecco il passaggio in questione: 

"Si sta lavorando alla formulazione di una norma che punta ad attribuire alla Provincia autonoma di Trento nuove competenze in materia di finanza e tributi locali ed importanti deleghe di funzioni statali avviando di fatto un percorso che dovrà concretizzarsi entro giugno 2014. Relativamente ai tributi locali vi è una significativa rivalutazione della competenza che affida alla legislazione provinciale la disciplina non solo dei tributi istituiti dalla Provincia, ma pure dei tributi locali comunali di natura immobiliare istituiti dallo Stato (quali IMU e nuovi tributi sostitutivi previsti dalla Legge di Stabilità), consentendo politiche autonome provinciali di armonizzazione, di integrazione ed agevolazione 
raccordate alle specifiche esigenze del territorio e agli interventi finanziari della Provincia a sostegno degli Enti locali. Strategiche risultano poi per le prospettive di crescita e sviluppo del sistema provinciale le nuove deleghe che consentiranno il trasferimento alla Provincia delle 
funzioni delle Agenzie fiscali, di quelle amministrative ed organizzative riguardanti la giustizia penale, civile e minorile, con la ovvia esclusione del personale della Magistratura, nonché quelle riferite al Parco Nazionale dello Stelvio. Va rilevato che essendo le politiche fiscali e della giustizia unanimemente riconosciute quali fattori importanti e decisivi per la competitività, l’attrattività e la crescita, le nuove competenze affidate alla responsabilità della Provincia, unitamente ai nuovi poteri fiscali attribuiti con l’Accordo di Milano e alla competenza piena sui 
tributi comunali, consentiranno al Governo provinciale di impostare nuove e importanti strategie per lo sviluppo del Trentino". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento