"Andreatta si opponga al Decreto Salvini"

Andreatta come Pizzarotto e De Magistris, a chiederlo è il consigliere circoscrizionale Zannini

Andreatta come De Magistris, Orlando e Pizzarotto. A chiedere al primo cittadino di Trento di "disobbedire" al Decreto Sicurezza varato dal Governo, e voluto da Salvini, è il consigliere circoscrizionale e rappresentante di Leu Jacopo Zannini. 7

Sindaci contro il Decreto Salvini: ecco perchè

"Non posso che invitare il Sindaco Andreatta a bloccare a una legge che sta alimentando l'esclusione e l'odio in tutto il nostro paese. È tempo di dare segnali chiari, per ricostruire anticorpi alla xenofobia di stato che la propaganda leghista cavalca" scrive Zannini.

Nel frattempo, come detto, si allarga il fronte dei sindaci anti-Salvini. Secondo il decreto, infatti, i comuni non potranno più rilasciare a chi ha un permesso di soggiorno la carta d’identità e i servizi necessari, come ad esempio l’iscrizione al Servizio sanitario nazionale (in Trentino provinciale) o ai centri per l’impiego, che verranno assicurati solo nel luogo di domicilio, visto che non c’è più la residenza, come un Centro di accoglienza straordinaria o un Centro permanente per il rimpatrio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento