rotate-mobile
Politica Riva del Garda / Via III Novembre

Troppe barche nel Garda, Gilmozzi: "Scriverò un disegno di legge"

Non passa la proposta di Giovanazzi per permettere la navigazione alle barche elettriche alimentate da pannelli solari, massimo 6kw praticamente dei pedalò elettrici, perchè "il numero è già preoccupante, non è prudente aumentarlo"

"Scriverò un nuovo disegno di legge per limitare il numero dei natanti sul lago di Garda". E' quanto annunciato dall'assessore alle infrastrutture Mauro Gilmozzi che si è detto preoccupato per il numero di imbarcazioni nel Benaco trentino: quasi 3000 al giorno, tra cui 400 windsurf, durante la bella stagione. "La situazione è al limite, tralaltro non ci sono regole di sicurezza" ha aggiunto Gilmozzi.

E' bene precisare che i dati si riferiscono ad imbarcazioni a vela e a remi visto che, com'è noto, sul Garda trentino vige il divieto di navigazione a motore. Possibile che il traffico di barche a vela preoccupi seriamente l'assessore? L'annuncio di voler mettere un limite al numero di natanti è in realtà una risposta al consigliere Nerio Giovanazzi che, nel riprendere un'idea lanciata da Mauro Ottobre durante la scorsa legislatura, proponeva di permettere la navigazione a barche con motore elettrico da 6 kilowatt alimentato da pannelli solari. La proposta è stata bocciata dalla Commissione con 4 no ed un sì. "Aggiungere altri natanti non è prudente" ha detto Gilmozzi, la misure dev'essere proprio colma...

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe barche nel Garda, Gilmozzi: "Scriverò un disegno di legge"

TrentoToday è in caricamento