menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Taglio degli stipendi di presidente e assessori, ddl bloccati

Firmani (Idv) e Filippin (Lega) hanno chiesto la sospensione delle loro proposte di legge che hanno l'obiettivo di ridurre gli stipendi della giunta provinciale. Prima - dicono - serve una revisione dei costi della politica

Sono stati bloccati i due disegni di legge (uno dell'Idv, l'altro della Lega) che avevano l'obiettivo di ridurre i compensi per presidente della Provincia e assessori.

All'ordine del giorno della prima Commissione, infatti, c'erano anche i disegni di legge di Bruno Firmani dell'Idv e di Giuseppe Filippin della Lega con i quali si intende ridurre lo "stipendio"a Presidente e assessori.
 
Per Firmani si dovrebbe passare da un'indennità del 50% in più della "paga" di consigliere del Presidente al 20% e dal 30% al 10 per gli assessori. Per Filippin si passerebbe invece dal 50% al 25% per il Presidente e dal 30% al 15% per gli assessori.
 
Firmani ha chiesto la sospensione del suo disegno di legge perché, ha affermato, senza una revisione complessiva dei "costi della politica", con i tagli da lui proposti i membri dell'Ufficio di presidenza del Consiglio prenderebbero più degli assessori e il Presidente del Consiglio più di quello della Provincia. Filippin, di conseguenza, ha chiesto la sospensione anche della sua proposta per un approfondimento. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento