Politica piazza Duomo

Corteo antisessista dopo l'aggressione

Sono in tanti i cittadini che sono scesi in piazza oggi per manifestare contro l'aggressione a sfondo omofobo denunciata dalla Rete trentina contro i fascismi, che ha reso pubblica la vicenda avvenuta nella notte di lunedì scorso, quando ignoti avrebbero aggredito ed inseguito fin sotto casa un giovane omosessuale, dopo avergli teso un agguato nel piazzale dell'Orvea di San Pio X.

Il corteo, partito dal centro nel pomeriggio, ha ora raggiunto la  zona dove  si sarebbe svolta la tentata agggressione, bloccando il traffico. Attraverso cartelli e slogan scanditi al  megafono i manifestanti puntano il dito contro correnti ommofobe dell'estrema destra e rivendicano la libertà di scelta sessuale. "Il linguaggio omofobo alimenta l'odio, incentiva la violenza fisica, basta aggressioni" scrivono sui social  network dove  sono state postate le foto della manifestazione (vedi sotto e sopra). Al corteo si sono unite, in bici o a piedi, circa 150 persone. CSF2I3mXIAARRWb-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo antisessista dopo l'aggressione
TrentoToday è in caricamento