Coronavirus, Bolzano minaccia rottura con governo: "Vogliamo decidere noi regole della Fase 2"

Lo ha detto il governatore dell'Alto Adige, Arno Kompatsche

Si rischia la rottura tra Bolzano e Roma dopo che la Südtiroler Volkspartei minaccia di interrompere "qualsiasi collaborazione con il governo" se la decisione di Bolzano di seguire un percorso autonomo per la fase 2 non dovesse essere accolto.

Il direttivo del partito ha accolto all'unanimità nella serata di lunedì la proposta del governatore Arno Kompatscher e del segretario Philipp Achammer, di stabilire la fase 2 in Alto Adige con un'apposita legge provinciale.

“Un territorio autonomo, come l’Alto Adige - ha detto Kompatscher ai microfoni di Rai Suedtirol - non può accettare che, anche dopo la fase di acuta emergenza, la nostra intera vita sociale ed economica venga per mesi regolamentata con decreti d’emergenza”. Il governatore ha affermato anche che "autonomia significa responsabilità", dicendo di essere pronto ad assumersi le responsabilità in questa crisi. "Per questo motivo - ha concluso il presidente della provincia di Bolzano - abbiamo deciso di interrompere qualsiasi collaborazione con il governo, se non dovesse essere accolta la nostra decisione di intraprendere un percorso autonomo per la fase 2. Ho iniziato oggi con l’elaborazione di una legge provinciale apposita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

  • Centro sociale Bruno contro il nuovo parcheggio: "L'ex Italcementi diventi un parco"

Torna su
TrentoToday è in caricamento