Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Competenze extra per la Provincia, servono dai 500 ai 600 milioni l'anno

Sarebbero gestione tributaria, amministrazione della giustizia, spese militari e pubblica sicurezza. L'assunzione da parte della Giunta degli oneri attualmente in carico allo Stato fa il paio con la certezza che i 9/10 delle tasse restino in Trentino

La sede della Provincia in piazza Dante a Trento

Serviranno dai 500 ai 600 milioni di euro l'anno per le competenze extra della Provincia, nel caso in cui lo Stato decidesse di concederle: gestione tributaria, amministrazione della giustizia, spese militari e pubblica sicurezza. L'assunzione da parte della Giunta degli oneri attualmente sostenuti dallo Stato per l’esercizio delle proprie competenze nel nostro territorio, fa il paio con la certezza che i nove decimi delle tasse trentini restino tra le montagne autonome e con la rinuncia a ricorrere all’istituto della riserva all’erario. Il Trentino è infatti una delle 5 regioni italiane ad avere un residuo fiscale positivo per lo Stato, che dal nostro territorio incassa più di quello che spende, assicurando comunque la partecipazione del Trentino al risanamento dello Stato. "Nel ministro Delrio – ha detto il presidente della Provincia Alberto Pacher rispondendo ad una interrogazione di Rodolfo Borga sull'argomento – abbiamo trovato un interlocutore attento, che comprende i vantaggi della nostra proposta sia per la Provincia sia per lo Stato". Il presidente ha poi ricordato di aver consegnato al ministro Delrio lo stesso documento che era già stato sottoposto al governo Monti nel febbraio 2012. Borga ha osservato che però non si sa' nulla delle garanzie per mettere al riparo la Provincia da futuri contenziosi con lo Stato e se vi siano accordi con la Provincia di Bolzano. Senza adeguate garanzie, infatti, non si capisce perché un futuro governo non potrebbe violare il nuovo accordo richiesto come è ripetutamente avvenuto in passato con il patto di Milano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Competenze extra per la Provincia, servono dai 500 ai 600 milioni l'anno

TrentoToday è in caricamento