menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lega: "Trasferimenti inspiegabili all'assessorato alla Solidarietà"

Il consigliere Civettini parla di "presunte epurazioni ingiustificate di personale qualificato" dall'assessorato". E chiede di sapere a chi siano destinati i contributi dell'assessorato alla Solidarietà

Presunte epurazioni ingiustificate di personale qualificato, associazioni aderenti alla "Stella" privilegiate, nessun chiarimento riguardo la questione "presunte minacce". Civettini, consigliere provinciale della Lega Nord,  vuole vederci chiaro e vuole risposte scritte dall'assessore alla Solidarietà internazionale Lia Beltrami. L’assessore alla Solidarietà internazionale e alla convivenza, dice Civettini, ha avuto la sua “investitura politica", "poiché mai eletta dai trentini in una competizione elettorale".  Il leghista incalza riportando alla luce la questione "presunte minacce" , questione riguardo la quale Lia Beltrami non ha mai voluto fare molta chiarezza. Chiarezza che non c'è stata nemmeno con le indagini della Procura, durate un anno e mezzo ed archiviate senza grossi risultati dopo che erano stati fatti accertamenti su politici, blogger, esponenti dell'estrema destra e persino un prete. Un'indagine in cui gli stessi investigatori avevano sollevato alcuni interrogativi sul ruolo, la condotta e l'effettivo coinvolgimento dell'assessore e del suo entourage nella vicenda.

ll consigliere della Lega Nord, fa notare come già precendentemente a questa interrogazione ne sia stata fatta un'altra in cui si chiedeva quai sono le associazioni che ricevono contributi dall'assessorato di Lia Giovanazzi Beltrami: "A questo, sono seguite richieste di chiarimenti concernenti i destinatari dei molti contributi, elargiti a piene mani dall’assessore - sostiene Civettini nella sua interrogazione - prediligendo, almeno così sembrerebbe, una certa appartenenza e impegno dei beneficiari". Una accusa pesante e nemmeno non tanto velata, quella del consigliere della Lega Nord. Il quale insiste nel voler sapere che siano stati i beneficiari dei finanziamenti provinciali. Civettini chiede nello specifico se per caso le associazioni che aderiscono alla "Stella" (recente creatura politica di Lia Beltrami), abbiano beneficiato di eventuali contributi. 

Per concludere, Civettini interroga l'assessore riguardo la mobilità del personale tra i dipendenti dell'assessorato: "Ci sembra altrettanto utile capire l’organigramma degli uffici e del settore diretto dall’assessore - sostiene Civettini nel suo atto ispettivo depositato in Consiglio provinciale - poiché il turn over che si legge dall’esterno, ci indicherebbe che la convivenza o la capacità di relazioni, sia un problema della gestione di tale assessorato, poiché sembrerebbe che ci siano state delle epurazioni con trasferimenti inspiegabili, vista la professionalità, l’esperienza e la dedizione al proprio lavoro, dei trasferiti". Un'accusa pesante, di cui Civettini si assume ovviamente la responsabilità.

Per questo Civettini chiede di sapere "l’organigramma degli Uffici e del personale dirigente e non, degli Uffici che fanno capo alle competenze dell’assessore in parola, dal loro insediamento nella XIVa legislatura a oggi, quali variazioni strutturali hanno subito, quali variazioni di personale e quali le motivazioni che hanno creato, quella che sembrerebbe, un’anomala mobilità interna con trasferimenti e avvicendamenti che non troverebbero ragioni professionali".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento