menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carenza di personale in Tribunale, interviene Dorigatti

Dal 1999 lo Stato non assume personale, che è carente soprattutto per quanto riguarda le figure apicali dell'organico. Il presidente del Consiglio provinciale si è impegnato a trovare delle soluzioni

La ricerca di possibili soluzioni al problema della non più sostenibile carenza di personale presso gli uffici della Procura del Tribunale di Trento è stato l'argomento al centro dell'incontro che il presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti ha avuto con il nuovo procuratore della Repubblica Giuseppe Amato. Un incontro che, al di là delle formalità e dell'esigenza di instaurare i consueti rapporti istituzionali, è servito a focalizzare da subito i maggiori problemi che il procuratore ha trovato sul tavolo. Primo fra tutti proprio la carenza di personale, soprattutto di figure apicali (è dal 1999 che lo Stato non assume) e che sino ad ora è stato arginato grazie alla collaborazione della Provincia.

Si tratta ora di far un passo in più per garantire, anche attraverso la disponibilità di nuove risorse qualificate che la crisi economica ha estromesso dal sistema produttivo, un più funzionale supporto agli uffici del Tribunale. Un aspetto sul quale Dorigatti si è mostrato particolarmente sensibile dichiarandosi disponibile ad intervenire presso gli organi provinciali che si occupano della ricollocazione di persone in mobilità o in cassa integrazione. In tal senso Dorigatti ha già avviato contatti con l'Agenzia del lavoro. Altro tema trattato ha riguardato il futuro delle sezioni periferiche del Tribunale di Trento, per le quali è stato espresso l'auspicio di un loro mantenimento in un ottica di servizio alle comunità.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento