menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd e candidature: Pacher lascia, la sfida è tra Olivi, Zeni e Borgonovo Re

Il senatore del Pd Giorgio Tonini ha proposto primarie di coalizione a doppio turno per scremare le candidature interne ai partiti, a cui far seguire il ballottaggio tra i due che hanno preso più voti: una corsa che potrebbe avvantaggiare Upt e Patt

Grande attesa per l'assemblea del Pd trentino in programma oggi: il partito é chiamato a sciogliere il nodo della candidatura per la Presidenza della Provincia. Alberto Pacher ha ribadito il suo "no": "Non mi riconosco più nel Partito Democratico, le considerazioni fatte circa 8 mesi fa restano tali e con questo stato d'animo credo sia giusto ritirarmi", ha dichiarato Pacher, considerato il naturale successore di Lorenzo Dellai alla guida del Trentino per le elezioni provinciali di autunno. Il senatore del Pd Giorgio Tonini ha proposto primarie di coalizione a doppio turno per scremare le candidature interne ai partiti, a cui far seguire il ballottaggio tra i due che hanno preso più voti. Nel Pd si sfiderebbero Alessandro Olivi, Donata Borgonovo Re e Luca Zeni, una corsa a tre che potrebbe avvantaggiare Upt e Patt che invece si presentano con un solo nome. Tutte le ipotesi, comunque, restano ancora aperte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento