menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgonovo Re "sfiduciata"? Dorigatti: "Non ci sono i presupposti"

Dopo la mozione che impegna la Giunta a salvaguardare i presidi ospedalieri di Tione e Cavalese, proposta dalle minoranze ed approvata all'unanimità, il consigliere Maurizio Fugatti ha chiesto la "sfiducia" per l'assessore, se ne riparlerà il 3 agosto

Giornata calda in consiglio provinciale con la trattazione, fuori programma, della possibile chiusura dei punti nascita di Tione e cavalese, riportata dai giornali le minoranze, Fugatti in testa, hanno chiesto conto all'assessora Donata Borgonovo Re che ha liquidato la notizia dichiarandola "indiscrezione scorretta da parte della stampa". Dopo l'approvazione unanime di un documento che impegna la Giunta a salvaguardare i due ospedali periferici il consigliere della Lega Nord ha anche presentato un'altra mozione-lampo per chiedere "la revisione delle deleghe affidate all'assessora", insomma una "sfiducia".

Al rientro in aula il presidente del consiglio Dorigatti ha convocato la riunione dei capigruppo per verificare l’ammissibilità della proposta. “Pur non sottovalutando il dato politico” il presidente ha verificato che non sussistono i motivi di “gravità, emergenza ed importanza” che il regolamento impone per questa fattispecie. Dorigatti ha suggerito alle minoranze di chiedere una convocazione straordinaria del Consiglio provinciale sull’argomento. L’assemblea si riunirà presumibilmente il prossimo 3 agosto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento