menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio del Comune, presentati 38 ordini del giorno

È proseguita ieri sera in consiglio comunale la discussione sul bilancio di previsione 2012-2014. In aula sono intervenuti quattro consiglieri e fino sono stati depositati 38 ordini del giorno collegati

È proseguita ieri sera in consiglio comunale la discussione sul bilancio di previsione 2012-2014. In aula sono intervenuti quattro consiglieri e fino sono stati depositati 38 ordini del giorno collegati alla delibera sul consuntivo comunale.

Ha aperto la discussione Fabio Armellini (Patt) che ha affrontato alcuni temi come la necessità di puntare di più, specie per quanto riguarda le strutture scolastiche e sportive, su energie rinnovabili, come gli impianti a biomassa, da affiancare al solare e al fotovoltaico. Il consigliere ha poi manifestato il suo disaccordo verso l’investimento di una consistente parte del Fut in piste ciclabili e verso un certo tipo di pianificazione urbanistica che penalizza l’economia agricola e le piccole imprese famigliari ecocostenibili. Sul tema della sicurezza, il capogruppo del Patt ha invitato a tenere monitorata la situazione, specialmente in punti critici come la stazione ferroviaria e piazza Dante.
 
Dopo di lui, Franco Micheli (Upt), facendo un “bilancio di metà consiliatura”, ha invitato a tenere in maggiore considerazione la ricchezza rappresentata dall’università e dalla biblioteca progettata da Botta; sull’inceneritore ha chiesto al sindaco di indire il bando di gara oppure di restituire la delega alla Provincia mentre sul Pum ha manifestato perplessità sulla mancanza di una decisione in merito alla “dorsale forte” che attraversa la città, vista la necessaria riorganizzazione delle varie corse degli autobus, sempre più affollati. Il capogruppo dell’Upt ha poi chiesto di accelerare su progetti importanti come la rotatoria vicino alla Bermax e di porre attenzione alla vivibilità di Piedicastello in vista della riqualificazione dell’ex Italcementi.
 
Nel suo lungo intervento Vittorio Bridi (Lega nord) ha parlato di “contraddizioni” presenti nel bilancio e ha criticato la mancanza di misure specifiche per i giovani e l’esempio negativo rappresentato dal centro sociale Bruno. Il consigliere ha poi criticato l’atteggiamento nei confronti della Galleria Civica, istituzione in cui il Comune si è sempre identificato e che aveva portato anche una certa notorietà ma che andrà inglobata nel sistema provinciale del Mart.  Bridi, fra le altre cose, ha puntato il dito sulla spesa corrente troppo elevata, sulla necessità di rivedere la questione delle farmacie comunali, sulla durata eccessiva di affidamenti e convenzioni con le cooperative sociali che gestiscono alcuni servizi, sull’importanza di realizzare adeguati parcheggi, sulla previsione di nuove tariffe, sulla mancanza di adeguata progettazione delle piste ciclabili, sulle scelte sbagliate operate nei rapporti con Asis. 
 
Infine, Lucia Coppola (Verdi) ha detto di aver condiviso la relazione su bilancio e ha parlato di “un’emergenza che si chiama futuro” e che riguarda anche la città. La consigliera ha insistito sulla necessità di rendere competitivo il trasporto pubblico, di sostenere green economy e di ridurre i costi della politica. Ha poi criticato i tagli alla cultura, in particolare nei confronti della Galleria Civica, ha ricordato che le scelte urbanistiche non sono il fine ma il mezzo per una riqualificazione dell’esistente e nell’ottica dell’ecosostenibilità.
 
Ha poi chiesto una maggiore attenzione al Monte Bondone, senza ulteriori cementificazioni, e ha sottolineato che, pur sostenendo il progetto di Botta, la biblioteca comunale non deve diventare una “cenerentola” ma le due strutture dovranno interagire al meglio. La consigliera si è poi rammaricata per la mancata realizzazione del bilancio partecipato e del bilancio ambientale e ha ricordato che il sistema porta a porta va sviluppato e tenuto aggiornato, ribadendo il suo no all’inceneritore.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento