menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi, l'allarme del sindaco: "Nelle sabbie mobili ci siamo veramente"

Andreatta invita a prendere sul serio la situazione e contesta un certo modo di pensare: "C'è un pericoloso atteggiamento che dilaga in città. Può essere fatale"

"Nelle sabbie mobili ci siamo veramente". Più che una dichiarazione, è un allarme quello che il sindaco di Trento Alessandro Andreatta ha lanciato attraverso una nota diffusa in mattinata. Il primo cittadino è intervenuto dopo la pubblicazione delle prospettive di bilancio, non proprio roseee, che riguardano il Comune di Trento ed il raggiungiungimento degli obiettivi fissati con il Patto di stabilità. Una situazione che ha indotto l'amministarzione a prospettare ipotesi di tagli su cultura e trasporti, sforbiciate che interesserebbero quindi gli enti comunali addetti a questi servizi, come il Centro Santa Chiara e la Galleria Civica.

Andreatta invita a prendere sul serio la situazione e contesta un certo modo di pensare che gli pare quantomai diffuso: "C'e' un pericoloso atteggiamento che, da qualche mese, dilaga in città - dice - E' l'atteggiamento del tanto non e' cambiato niente. Puo' essere fatale - avverte - questo modo di pensare, che ci rende simili al barone di Muenchausen: quello, per intendersi, che aveva raccontato di essersi salvato dalle sabbie mobili tirando verso l'alto il proprio codino. Nelle sabbie mobili ci siamo veramente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento