Comune, Antonia Romano si dimette: "Torno al Sud ad accudire i miei genitori"

La consigliera de L'Altra Trento a Sinistra descrive su facebook la sofferta decisione, dopo 25 anni a Trento

La consigliera comunale Antonia Romano, eletta con L'Altra Trento a Sinistra, lascia il Consiglio per motivi personali e torna nella natia Calabria: ". La sopraggiunta grave malattia di mio padre, conclusasi a giugno con la sua morte, le condizioni di fragilità in cui attualmente si trova mia madre, la mancanza di servizi nella regione in cui sono sempre stati residenti i miei genitori  mi hanno costretto a organizzare la mia vita per oltre un anno tra Trentino e Calabria fino a giungere alla necessaria richiesta di trasferimento".

Una vicenda personale, dunque, ma che si intreccia con la politica e con quella "regionalizzazione differenziata" contro cui si scaglia, nel messaggio postato su facebook, la consigliera. ". Ritengo di essere in questo senso una privilegiata rispetto a tante persone che dal sud Italia hanno scelto o sono state costrette a scegliere di vivere e lavorare lontano. Ho ancora una volta il privilegio di poter scegliere dove vivere" scrive Romano.

A subentrarle sarà il primo dei non eletti, Jacopo Zannini, già consigliere circoscrizionale in Centro Storico nel frattempo passato attraverso i vari soggetti di sinistra, Leu e Sinistra Italiana. "Sono certa che chi prenderà il mio posto saprà ben interpretare i valori e i principi di cui siamo, noi dell'Altra Trento a sinistra, portatori e portatrici soprattutto in un'epoca e in un contesto in cui la barbarie rischia di prendere il sopravvento" conclude la consigliera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento