rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Salute

Sanità: ecco i risultati della collaborazione tra Trento e Bolzano

Nel frattempo, il Ministero della Salute riconosce l’importanza dei progetti di protonterapia e oncoematologia

Collaborazione sanitaria tra la Regione e le provincie autonome di Trento e Bolzano: a che punto siamo? La risposta è emersa dall’incontro svoltosi nella mattinata di mercoledì 19 ottobre a Bolzano tra Maurizio Fugatti e Arno Kompatscher, oltre all’assessore alla sanità Stefania Segnana, il dirigente generale del Dipartimento salute di Trento Giancarlo Ruscitti, il Direttore del Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative Günther Burger e il segretario generale della Regione Michael Mayr.

Nel concreto, cinque pazienti altoatesini sono stati curati nel centro di Protonterapia di Trento, mentre a Bolzano è stata implementata l’attività del centro di competenza per il trapianto di midollo osseo con numeri importanti di pazienti provenienti dal Trentino. Nel frattempo, il progetto sanitario punta a migliorare i servizi forniti ai cittadini, anche grazie all’ampliamento delle competenze cliniche che i professionisti sanitari acquisiscono attraverso il confronto e la sinergia. 

Così il presidente Maurizio Fugatti: “I due progetti bandiera di questa collaborazione, cioè la protonterapia e la oncoematologia sono stati riconosciuti di livello nazionale anche da parte del Ministero della Salute. Questo riconoscimento, anche grazie al protocollo, dimostra che la capacità di innovazione e l’ampliamento a livello regionale delle specializzazioni sanitarie riesce anche ad agevolare l’interazione con realtà nazionali”.

A fargli eco, Arno Kompatscher: “Siamo fermamente convinti che la strada che abbiamo intrapreso assieme, cioè quella di una stretta collaborazione e di una maggiore sinergia tra le nostre province autonome e la regione, rafforzi la nostra autonomia e il suo esercizio concreto. Siamo altresì convinti che tale collaborazione potrà estendersi ad altri settori e progetti di interesse comune, concretizzando un modo d’essere e una funzione che sostanzi quella della regione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: ecco i risultati della collaborazione tra Trento e Bolzano

TrentoToday è in caricamento