Politica Centro storico / Piazza Dante

Giunta regionale, Kaswalder: "Nè con il Patt nè con il suo padrone"

La sferzante risposta alla mano tesa da Ugo Rossi al centrodestra arriva dall'ex Patt Kaswalder

Walter Kaswalder con Matteo Salvini dopo la svolta leghista

"Nè con il Patt nè con il suo padrone". Arriva da Walter Kaswalder, ex Patt e ora eletto  nel centrodestra con Autonomisti Popolari, la risposta  alla mano tesa a mezzo stampa dallo sconfitto Ugo Rossi il quale si è proposto come "mediatore" di un'eventuale governo regionale tra Lega ed SVP. 

Toto-Giunta: chi sarà assessore?

Il Consiglio regionale del Trentino Alto Adige è infatti rappresentatodalla somma delle due assemblee di Trento e Bolzano. I due vincitori, Lega ed SVP, ovvero Fugatti e Kompatscher, saaranno comunque costretti a cercare una soluzione.

In questa soluzione, dice Kaswalder, non c'è  spazio per il Patt. "Sorprende alquanto che il presidente e i suoi seguaci abbiano così in fretta dimenticato che fino allo scorso 21 ottobre compreso hanno più volte esortato i trentini a non esporsi al tremendo rischio di mettere il Trentino in mano ai barbari veneti e lombardi, prefigurando per la nostra amata Provincia la pressoché certa destinazione ad essere l’ottava Provincia del Veneto".

"Rassicuriamo il Presidente sulla certezza che nessuna coalizione avrà al suo interno il PATT e il suo padrone, né in provincia né in Regione. Dovrà quindi rassegnarsi, se andrà in cerca di qualche poltrona, ad accontentarsi di quelle a disposizione, per legge, delle minoranze" rassicura Kaswalder. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta regionale, Kaswalder: "Nè con il Patt nè con il suo padrone"

TrentoToday è in caricamento