Politica

L'Accademia della Montagna non sarà soppressa, ma in parte modificata

Determinante per la bocciatura del testo è stato il voto, che vale doppio, del presidente della commissione, Renzo Anderle (Upt). Con il giudizio negativo della commissione, il disegno di legge di legge è ora atteso all'esame finale del Consiglio

L'Accademia della montagna andrà rivista ma non soppressa. Lo ha deciso la prima commissione del Consiglio provinciale di Trento che ha respinto con 2 voti contrari, 2 a favore e 3 di astensione il disegno di legge proposto da Rodolfo Borga del Pdl che chiedeva la soppressione dell'Accademia della montagna istituita nel 2006. Determinante per la bocciatura del testo è stato il voto, che vale doppio, del presidente della commissione, Renzo Anderle (Upt). Con il giudizio negativo della commissione, il disegno di legge di legge è ora atteso all'esame finale del Consiglio, previsto in luglio. Per quest'ultima tappa dell'iter, Borga ha preannunciato la possibilità di presentare un ordine del giorno che impegni la Giunta ad alleggerire l'attuale struttura organizzativa dell'Accademia della montagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Accademia della Montagna non sarà soppressa, ma in parte modificata
TrentoToday è in caricamento