In Trentino 75 persone in stato vegetativo o di minima coscienza

Secondo i dati forniti dall'assessore alla salute e alle politiche sociali Ugo Rossi sono 75 le persone presenti sul territorio Trentino in stato vegetativo (SV)o in stato di minima coscienza (SMC)

Secondo i dati forniti dall'assessore alla salute e alle politiche sociali Ugo Rossi sono 75 le persone presenti sul territorio Trentino in stato vegetativo (SV) o in stato di minima coscienza (SMC) conseguente a una grave cerebro-lesione acquisita (GCA). Questi soggetti, la cui situazione è considerata tale in seguito all'esame delle Unità di valutazione multidimensionale, beneficiano della prestazione aggiuntiva prevista dall'Azienda sanitaria provinciale, vale a dire del contributo di 10 mila euro all'anno riconosciuto alle loro famiglie per le spese di assistenza. Di questi pazienti, 58 sono assistiti nelle Rsa e 17 a domicilio. Inoltre all'ospedale Villa Rosa vi sono due persone in SV o SMC conseguente a GCA, che seguono il percorso di riabilitazione previsto nella fase postacuta. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Guardia medica non si presenta al lavoro: denunciato per interruzione di servizio

  • Meteo

    Meteo: un'altra settimana tra pioggia e sole, le temperature tornano nella norma

  • Cronaca

    Ragazzo scomparso da casa, l'appello su facebook: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • Incidenti stradali

    Tangenziale in tilt nel primo mattino per due incidenti

I più letti della settimana

  • Incidente in A8: muoiono due trentini di 29 e 21 anni

  • Si sente male e cade a terra: giovane papà muore lasciando moglie e figlioletto

  • In treno da Trento al mare: due Frecciargento per la Riviera romagnola

  • Forbes, 5 città italiane da visitare prima che lo facciano tutti: Trento c'è

  • Scende dal camion e corre nudo in autostrada facendo la 'v' di vittoria: portato in ospedale

  • La Provincia assume disoccupati per ripristinare i sentieri danneggiati dal maltempo

Torna su
TrentoToday è in caricamento