Allerta temporali sul Lago di Garda

Protezione Civile in allerta, ecco le zone dove si prevedono fenomeni intensi

Rischio temporali tra Veneto e Trentino, dalle Dolomiti al Garda: la Protezione Civile lacia l'allerta. Una circolazione anticiclonica associata ad un promontorio sul Mediterraneo centrale, che si estende dal Nord Africa al Mare del Nord, sta interessando il Veneto con un aumento delle temperature e del tasso di umidità, che potrebbero favorire lo sviluppo di temporali di calore, specialmente sulle zone montane.

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto, in considerazione delle previsioni meteo, ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica che conferma la possibilità di forti temporali di calore nelle ore pomeridiane e serali di lunedì 10 agosto, specie sulle Dolomiti. Martedì 11 agosto, si potranno verificare dei fenomeni temporaleschi, anche intensi, sulle Prealpi e sulle zone pedemontane.

Visti i fenomeni meteorologici previsti il centro funzionale della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione, fino alla mezzanotte di mercoledì 12 agosto, per criticità idrogeologica, in riferimento ai bacini dell’Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini. Si segnala la possibilità d’innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti, e la possibilità di innesco di colate rapide specie nella zona di allertamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Ragazzina in bici investita dall'autobus in via Venezia

Torna su
TrentoToday è in caricamento