La neve di maggio è già "storica": ecco i precedenti

Il 16 aprile 1962 a Trento scesero 28 centimetri di neve, mentre a quote più alte si ricordano anche nevicate in giugno

La strada del passo Pordoi lunedì 6 maggio 2019

La nevicata del weekend del 4/5 maggio che ha imbbiancato tutto il Trentino sopra i 600 metri di quota può a pieno diritto essere iscritta tra le nevicate "storiche" mai registrate nella provincia. Una nota di Meteotrentino ricorda, come precedenti "anomali", la nevicata dell'8 giugno 1956 che coprì di fiocchi bianchi le strade del Giro d'italia in Trentino consegnando alla leggenda il ciclista Charly Gaul, ma anche quelle del 15 aprile 1962, quando in città la neve arrivò a 28 centimetri, e del 16 aprile 1998, con un manto bianco di 3 centimetri.

Dopo la neve arrivano le gelate: ecco le previsioni

Parlando di annate recenti si ricorda che il 23 maggio 2013 la neve scese fino ad 800 metri di quota. Meteotrentino prevede per martedì 7 maggio un cielo sereno o poco nuvoloso al mattino con temperature minime in calo, ma anche probabili gelate a quote medio-basse. Previsioni che hanno messo in allarme il mondo agricolo trentino, già messo in ginocchio dalle gelate primaverili due anni fa. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Volotea: due nuove destinazioni dall'Aeroporto Catullo

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Infortunio sul lavoro a Grigno, precipita per cinque metri e si schianta al suolo: grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento