menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, allerta gelate nella seconda settimana di aprile

Temperature in forte calo, vento di Foehn. Le previsioni divulgate dall'ufficio stampa della Provincia autonoma di Trento

Il freddo proveniente da nord si fa sentire in Trentino, con le temperature minime registrate nella notte tra lunedì 5 e martedì 6 aprile, che in montagna sono state invernali e con punte di -15 °C a 3.000 metri e un calo drastico, di circa 10 gradi, in tutto il Trentino, rispetto ai primi giorni di aprile.

Nella mattina e nel primo pomeriggio di martedì hanno spirato venti freddi settentrionali con forti raffiche di Foehn in valle (localmente superiori anche a 60 km/h). Sulle Dolomiti orientali il fronte freddo ha portato qualche fiocco di neve, ma comunque le precipitazioni sono state molto scarse. Le minime in fondovalle sono state miti grazie al vento e alla copertura nuvolosa ma, mercoledì 7 e soprattutto giovedì 8 aprile caleranno sensibilmente. Le massime scenderanno e saranno al di sotto della media stagionale soprattutto in montagna.

Le temperature minime decisamente rigide terranno in apprensione in particolare gli agricoltori anche nel fondovalle per le prossime tre notti, quando sono possibili, secondo gli esperti di Meteotrentino, fenomeni di gelate. Il rischio di gelate è possibile in tutte e tre le nottate fino a venerdì 9 aprile, con il picco che probabilmente sarà raggiunto nella nottata tra mercoledì e giovedì mattina.

Nella notte tra martedì e mercoledì sono già possibili gelate da avvezione (causate cioè da vento freddo) sopra gli 800 - 1000 metri, ma anche a quote basse, nelle zone pianeggianti dove attenuerà o cesserà il vento, le temperature notturne potranno scendere alcuni gradi sotto lo zero soprattutto se la nuvolosità sarà scarsa. 

Mercoledì ci sarà tempo asciutto con venti nordoccidentali generalmente meno intensi di martedì fatta eccezione probabilmente per le vallate orientate nordovest sudest dove potranno ancora verificarsi forti raffiche di Foehn. Nella notte tra mercoledì e giovedì la scarsa nuvolosità e la ventilazione assente o debole determineranno minime di alcuni gradi sotto lo zero in molti fondovalle anche a quote basse.

Giovedì cielo sereno o poco nuvoloso con temperature massime in aumento. Nella notte tra giovedì e venerdì possibili gelate da irraggiamento specie nelle zone pianeggianti e poco ventilate.

È probabile che verranno attivati gli impianti anti-brina per evitare danni alle piante in fioritura. In valle di Non si sta pensando di usare il metodo dei teli anti-pioggia sotto i quali accendere delle candele nella notte per evitare problemi dovuti alle gelate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento