Neve o grandine? Ecco il Graupel, curioso fenomeno verificatosi in Trentino

Ecco spiegato in termini meteorologici il fenomeno che si è verificato in Valle dell'Adige nella mattinata di mercoledì 26 febbraio

La "neve tonda" o Graupel, caduta stamattina in Trentino

Grandine? Non proprio. Neve? Nemmeno. Ciò che è avvenuto nella mattinata di mercoledì 26 febbraio nei cieli di Trento e del Basso Trentino ha un nome ben preciso, tedesco, si chiama Graupel. A spiegarlo è Filippo Orlando, responsabile dell'area Meteorologia della Fondazione Museo Civico di Roverto. 

“Si tratta di un fenomeno non comune alle nostre latitudini ma comunque abbastanza tipico per gli inverni molto miti come questo, cui ci stiamo purtroppo abituando, e cioè alla cosiddetta “neve tonda” o Graupel. Si tratta di un fenomeno invernale ben noto, anche se in genere più ricorrente nelle regioni meridionali, legato in questo caso all’irruzione, dopo una serie di giornate con temperature già primaverili, di un improvviso fronte freddo che ha portato a un elevato gradiente, cioè uno scarto consistente di temperatura tra le alte quote che sono tornate sottozero e le basse quote, dove le temperature sono alte rispetto alle medie stagionali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In parole semplici - continua Orlando - questo tipo di precipitazione si forma in partenza da fiocchi di neve che arrivano repentinamente a quote atmosferiche con temperature decisamente più elevate, e, al posto di sciogliersi nel punto di fusione, si “arrotolano” su se stessi formando i tipici granelli tondi, che riescono a toccare il suolo anche quando il termometro è ben sopra allo zero termico. Oggi in Trentino il fenomeno si è verificato in particolare con temperature intorno ai sette-otto gradi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento