menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dagli scarti dell'uva un tessuto per la moda: start-up trentina al concorso da un milione di dollari

L'innovativa realtà trentina è tra le 4 finaliste italiane del contest Chivas Venture: il tessuto, brevettato, è prodotto con gli scarti della lavorazione dell'uva

I tessuti vegetali made in Trentino ottenuti con gli scarti della lavorazione dell'uva alla conquista del premio Chivas Venture da un milione di dollari. La startup trentina Vegea, della quale ci siamo occupati già in passato (clicca qui), è tra le 4 star up finaliste per la selezione italiana di Chivas Venture, il contest internazionale per realtà innovative.

“Con VegeaTextile vogliamo contribuire alla diminuzione dell’impatto ambientale e sociale dell’industria del fashion attraverso l’uso di materiali naturali e rinnovabili.” Spiega Marco Bernardi, R&D Manager di Vegea. La start up ha sviluppato collaborazioni con distillerie sul territorio nazionale e vanta importanti collaborazioni internazionali come, ad esempio, quella con la H&M Foundation e esposto prototipi al Victoria & Albert Museum di Londra e, in collaborazione con il Ministero degli Esteri e il CNR, nell’ambito dell’evento “Italia. La bellezza della conoscenza”.

In Italia, chiaramente, le possibilità per questo tipo di tessuti sarebbero notevoli: con 55,8 milioni di ettolitri di vino (+21% rispetto al 2017), il Bel Paese è il più grande produttore mondiale al mondo. Questo comporta anche la produzione di tonnellate di scarti, comprendenti bucce, semi e raspi, che hanno un potenziale di valorizzazione.

L'eco-tessuto made in Trentino per ora è stato realizzato, e brevettato, su scala di laboratorio. Si tratta di un processo innovativo e sostenibile per trasformare la vinaccia in un tessuto ‘vegano’ a basso impatto e cruelty-free (rispetto, per esempio, ai tessuti animali) per il settore della moda, dell’arredamento, dell’automotive. Il prossimo passo? “Siamo pronti a espandere le collaborazioni con la rete vitivinicola a livello europeo, portare avanti l’R&D e ampliare la rete commerciale” spiega Bernardi. Nel frattempo l'appuntamento con il verdetto del concorso è per il 17 gennaio a Milano dove VEGEA si contenderà il titolo per passare alla fase di selezione mondiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Attualità

Il Trentino è in zona arancione, le precisazioni di Fugatti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento