rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Iniziative / Cembra Lisignago

Salva un castagno: prezioso patrimonio agricolo, naturale e identitario

Bando per la concessione di contributi per interventi di recupero dei castagneti estensivi

La Rete di Riserve Val di Cembra Avisio promuove il recupero dei castagneti estensivi e in particolare dei castagni secolari abbandonati: un prezioso patrimonio agricolo, naturale e identitario del territorio. Alcuni castagneti di proprietà pubblica sono già stati oggetto di intervento diretto da parte della Rete di Riserve.

Si tratta di un bando che vuole favorire il recupero anche di quelli di proprietà privata ed è quindi rivolto a privati cittadini proprietari o titolari di altro diritto reale (affittuari o comodatari) di un terreno nei comuni di Albiano, Altavalle, Capriana, Cembra Lisignago, Lona Lases, Segonzano, Sover e Valfloriana sul quale si trovano una o più piante di castagno da frutto.

Le iniziative ammesse a contributo riguardano gli interventi di recupero di piante singole di castagno o di castagneti da frutto estensivi. Sono finanziate le spese di potatura dei castagni e di taglio delle piante arboree e arbustive che impediscono la crescita o minacciano la sopravvivenza dei castagni.

La Rete di Riserve finanzia l'80% della spesa prevista dal prezzario PSR del Servizio Foreste della Provincia Autonoma di Trento per interventi di potatura di castagni e per il taglio di piante arboree e arbustive. I contributi saranno erogati fino a esaurimento delle risorse stanziate, pari a 60mila euro.

La domanda deve essere inviata alla Rete di Riserve Val di Cembra Avisio entro il 28 febbraio 2022. Il bando e la modulistica si possono scaricare sul sito

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salva un castagno: prezioso patrimonio agricolo, naturale e identitario

TrentoToday è in caricamento