Rifiuti da demolizione trasportati senza autorizzazione: stangata della Polizia locale

Un altro caso di trasporto illecito di materiali pericolosi. La legge prevede pene da 6 mesi a 2 anni di carcere

Un altro caso di trasporto di rifiuti pericolosi senza autorizzazione. Dopo il camion fermato a Trento nord con materiali da demolizione ed una bombola vuota a bordo, nei giorni scorsi la Polizia Locale ha pizzicato un altro "furbetto". L'autista in questione è stato ermato perchè stava parlando al telefono mentre guidava. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito però gli agenti si sono accorti che c'era dell'altro: due batterie per auto, giunti idraulici, materiale ferroso, il tutto trasportato nel cassone senza le dovute autorizzazioni. Arresto da sei mesi a due anni e mmulta da 2.600 a 26.000 euro: è quanto prevede la legge per chi "effettui un'attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento