Venerdì, 22 Ottobre 2021
Green Centro storico / Piazza del Duomo

Che fine ha fatto il referendum sul Trentino biologico? "Bloccato da Fugatti, faremo ricorso"

Il referendum era previsto al massimo entro ottobre 2020, poi è stato sospeso "sine die". Ora il Comitato ha deciso di ricorrere al Tar

Prima ritardato, poi sospeso "sine die": il referendum per trasformare l'intero Trentino in un distretto di agricoltura biologica ora è oggetto di un ricorso al Tar. A presentarlo sono i promotori del referendum stesso, contro l'ordinanza del presidente della Giunta Maurizio Fugatti che, il 15 gennaio scorso, ha di fatto bloccato l'iter. Dichiarare il Trentino distretto biologico è sostanzialmente un modo per bandire definitivamente dalla provincia tipologie di trattamenti chimici ancora utilizzate.

"Il referendum si sarebbe dovuto svolgere al più tardi entro la fine di ottobre del 2020 - scrivono i pomotori - e propone che, al fine di tutelare la salute, l’ambiente e la biodiversità, la Provincia Autonoma di Trento disciplini l’istituzione su tutto il territorio agricolo provinciale di un distretto biologico, adottando iniziative legislative e provvedimenti amministrativi finalizzati a promuovere la coltivazione, l’allevamento, la trasformazione, la preparazione alimentare e agroindustriale dei prodotti agricoli prevalentemente con i metodi biologici".

Ad ottobre 2020, in contemporanea co le comunali, il referendum non si è tenuto. Poi è stato bloccato definitivamente. Una situazione che rischia, tra le altre cose, di far scemare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla questione. "L’ordinanza del presidente Fugatti è illegittima poiché non gli è attribuito alcun potere di rinvio o sospensione del referendum e, allo stesso tempo, evidenzia i suoi ritardi nell’indire il referendum, ritardi non ammessi dalla legge provinciale" conclude la nota del Comitato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che fine ha fatto il referendum sul Trentino biologico? "Bloccato da Fugatti, faremo ricorso"

TrentoToday è in caricamento