Green Centro storico / Piazza Dante

Raccolta differenziata: nuovo record, ma è "merito" del lockdown natalizio

Con la chiusura di bar e ristoranti Trento tocca nuove vette per quanto riguarda la produzione dei rifiuti

Nuovo record di raccolta differenziata a Trento: nel mese di gennaio 2021 è stato superato per la prima volta l'85%. "Un risultato che conferma l’impegno per l’ambiente dei cittadini del capoluogo che da anni ormai è ai primi posti in Italia in questo tipo di classifiche - spiega una nota del Comune -. Ovviamente il dato è influenzato dall'emergenza sanitaria, soprattutto per quanto riguarda i pubblici esercizi. L'andamento del 2021, anche alla luce delle nuove modalità di tariffazione puntuale che non prevedono più il pagamento del volume minimo obbligatorio ma sopratutto dell'auspicata uscita dall'emergenza sanitaria, potrà essere valutato solo nei prossimi mesi, quando il dato assumerà un valore statistico più significativo". 

Il record precedente, infatti, era stato raggiunto già ai tempi del lockdown della primavera 2020. Ora le nuove chiusure hanno fatto registrare un nuovo record, proprio in un mese in cui, storicamente, la presenza di turisti faceva aumentare la produzione di rifiuti. A gennaio 2021 si è registrato, al contrario, un significativo calo dei rifiuti totali prodotti (con un -18,0 %) e dei rifiuti smaltiti in discarica (-36,5%). Notevole il balzo se confrontato con il gennaio dello scorso anno che registrava “solo” un 80,84% ma anche con il valore medio 2020 che è di 83,06%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata: nuovo record, ma è "merito" del lockdown natalizio

TrentoToday è in caricamento