I campi terrazzati della Val di Gresta candidati nei Paesaggi rurali storici

I terrazzamenti per i campi di ortaggi, in qualche caso anche moto antichi, mostrano un rapporto tra ambiente ed attività unama unico nel suo genere. Primo "sì" per la candidatura nel Registro Nazionale

Un esempio di terrazzamenti in Val di Gresta

Il Ministero delle politiche agricole ha approvato la proposta di candidatura del sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta al “Registro nazionale dei paesaggi rurali”. Ora il gruppo di lavoro dovrà predisporre il dossier definitivo, che potrà dunque portare questa porzione di territorio a far compagna a località quali le colline vitate del Soave, i muretti a secco di Pantelleria e gli oliveti secolari dell'Appennino meridionale.

L'assessore al Turrismo ed all'Agricoltura del Comune di Mori, capofila del progetto insieme al Comune di Ronzo-Chienis, esprime soddisfazione: "questa è una prima grande affermazione, perché avere passato la preselezione conforta rispetto alla strada intrapresa, gratifica il territorio per la qualità e le caratteristiche che gli vengono riconosciute e sprona tutti a continuare questa avventura sperando di regalare, alle comunità ai territori, un marchio da poter spendere per il futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento