L'orto delle scuole medie diventa Cooperativa e finanzia la salvaguardia degli indigeni

L'esperienza dei ragazzi e delle ragazze delle scuole Halbherr di Rovereto, una lezione indelebile

Un orto biologico, una cooperativa partecipata dai ragazzi, una donazione in difesa delle popolazioni indigene ed a favore di modelli di conservazione naturale. Ha dato molti buoni frutti, in diversi campi, l'orto didattico delle scuole Halbherr di Rovereto, gestito dai ragazzi e dalle ragazze delle medie coordinati dai professori Gerri Stefani e Graziano Azzolini.

Un orto a fin di bene

Il progetto ha infatti messo in moto relazioni, riflessioni, energie, generando una piccola "economia" sostenibile. Un'esperienza sicuramente formativa per gli studenti, ed a fin di bene. L'orto è stato realizzato con materiali di recupero. La ditta Pasina ha fornito humus e pacciame di corteccia. Il metodo di coltivazione è rigorosamente biologico, grazie all'esperienza fornita dagli educatori del Comun'Orto. Il Comune di Rovereto ha garantito sospegno logistico ed operativo.

Già a questo punto appare chiaro come le realtà "in campo", è il caso di dirlo, siano molteplici. Ma i risultati hanno aggiunto altre realtà a questo mosaico, a partire dalla Cooperativa Scolastica, nata all'interno della scuola, che serve come forma giuridica per vendere manufatti realizzati durante i laboratori ed organizzare gli eventi di promozione. Una forma giuridica che può insegnare molto ai ragazzi: ad esempio che il ricavato non può essere diviso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donazione a Survival International

Da qui è nata l'idea di destinare i guadagni all'associazione Survival International, la cui sede italiana è a Milano, che si occupa di difendere le popolazioni indigene miacciate in diversi luoghi del mondo. Difendere chi vive in stretta simbiosi con la natura è anche difendere la biodiversità, l'ambiente, la Terra. Insomma, un'esperiena a tutto tondo che sicuramente sarà una lezione indimenticabile per gli studenti di Rovereto, uomini e donne di un futuro che va salvaguardato a partire da oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento