M49 è in Lagorai: bidoni rovesciati in Val Calamento

L'ultimo avvistamento a fine ottobre confermato dal Servizio Foreste e Fauna, ora il "fuggitivo" andrà in letargo

Si è spostato dal Lavazè alla Val Calamento, tra Lagorai e Valsugana, l'orso M49. Il "fuggitivo", che quest'estate si è guadagnato le prime pagine dei quotidiani nazionali, sta quindi vagando nel Trentino Orientale, dove mai era stata registrata ufficialmente la presenza di orsi. 

L'ultimo avvistamento, in Val Calamento, è stato confermato dalla Provincia, che assicura: "il monitoraggio ed il controllo degli spostamenti dell'animale continua in modo intensivo anche in quest'ultima parte della stagione; è probabile tuttavia che nell'arco di qualche settimana l'orso rallenti progressivamente la propria attività sino a fermarsi per il riposo invernale".

Va ricordato, però, che M49 non ha il radiocollare. O meglio, non lo ha più: gli è stato tolto quando è stato sedato e rinchiuso nel recinto del Casteller, dal quale poi è fuggito senza più la possibilità di essere seguito in tempo reale con segnale GPS. 

In autunno l'orso M49 è stato segnalato in un paio di occasioni in alta valle del Vanoi, tra la cima d'Asta ed il Lagorai dove, come già reso noto, ha effettuato anche delle predazioni su bestiame domestico. In Val Calamento, invece, ha visitato alcune strutture casearie provocando qualche danno alle stesse e rovesciando alcuni bidoni di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

Torna su
TrentoToday è in caricamento