La Giunta blocca il monitoraggio sui rischi da esposizione a fitofarmaci

Un accordo con l'Istituto Superiore della Sanità tre anni fa, poi più nulla

Non ci sarà nessun monitoraggio sui rischi da esposizione a fitofarmaci. Questa, in sostanza, la risposta dell'assessore alla Sanità Stefania Segnana ad un'interrogazione del consigliere del PD (e precedente assessore alla Sanità) Luca Zeni che chiedeva a che punto fosse l'accordo con l'Istituto Superiore della Sanità che prevedeva un monitoraggio costante per capire meglio le ricadute sulla salute pubblica dell'uso di pesticidi.

L'accordo era stato preparato quando Luca Zeni era ancora assessore, con la legge finanziaria del 2015. Poi, evidentemente, non se n'è più saputo niente dato che lui stesso ne ha chiesto dopo tre anni. "I lavori erano quindi a buon punto, ma non si sono avute notizie recenti in merito al proseguimento degli stessi nella corrente Legislatura". Nessun proseguimento, la risposta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento