menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pista ciclabile anche per Povo e Villazzano

Via libera dal Comune al progetto di un collegamento ciclo-pedonale tra le due frazioni della collina est. Un investimento da 3,5 milioni di euro, anche in questo caso l'inizio lavori è previsto per il 2017

Una città sempre più a misura di pedali. Dopo l'approvazione delle piste ciclabili  Ex Zuffo - Piazza Centa e il collegamento Ravina-Romagnano, i percorsi ciclabili dei sobborghi del comune di Trento si arricchiscono di una nuova tratta.  Palazzo Thun ha dato il via libera alla nuova pista ciclo-pedonale che collegherà Povo con Villazzano. Il cantiere comincerà nell'autunno del 2017 e richiederà circa un anno e mezzo di lavoro. Un investimento pari a 3,5 milioni di euro per una pista ciclopedonale alberata e larga 3,5 metri su gran parte del tracciato.

Il primo tratto ha inizio a Povo, dal parcheggio in via Salè per proseguire lungo il rio Salè e lungo via Castel di Pietrapiana in direzione di Villazzano. All'altezza dei campi da calcio di Gabbiolo è previsto il collegamento con le scuole medie Pascoli in via Znojmo, percorrendo via alla Cros. La pista ciclo-pedonale prosegue, dunque, sulla strada provinciale in direzione di Villazzano e termina all'altezza del cimitero, collegandosi al percorso ciclo-pedonale già realizzato che costeggia il cimitero e i campi sportivi. Il nuovo tracciato riprende, dunque, col secondo tratto dopo i campi da calcio, circonda la rotatoria del centro storico di Villazzano e scende lungo via Tambosi fino alla rotatoria sud, in prossimità di Villa Tambosi e del nuovo parcheggio per la stazione ferroviaria della Valsugana. Con questa nuova ciclabile i km totali di piste dedicate alle bici nel comune di trento saliranno a 60.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento