Adunata degli Alpini, Corepla dona alla città di Trento un parco giochi in plastica riciclata

Oltre 600.000 persone sono attese dall’11 al 13 maggio a Trento in occasione della 91ª Adunata nazionale degli Alpini, la grande festa attenta anche alla sostenibilità ambientale

Grazie all’impegno di COREPLA Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e la raccolta degli imballaggi in plastica con Pro.mo Gruppo Produttori Stoviglie Monouso in Plastica, il gestore dei servizi di igiene ambientale Dolomiti Ambiente s.r.l. e il Comitato Organizzatore dell’Adunata (COA), saranno raccolti e avviati a riciclo gli imballaggi in plastica, con una particolare attenzione alle stoviglie monouso in polipropilene.

Piatti e bicchieri in plastica – “sempre pronti, proprio come gli Alpini” secondo lo slogan scelto dal Gruppo Pro.mo, fornitore delle stoviglie - verranno distribuiti insieme alle indicazioni per una corretta raccolta differenziata. Dolomiti Ambiente, d’intesa con il Comitato Organizzatore, ha messo a punto un ampio piano di raccolta rifiuti, articolato in 100 aree della città presidiate da squadre di volontari.  Grazie all’impegno di tutti, si intende raggiungere l’ambizioso obiettivo del 90% di raccolta differenziata. COREPLA e Pro.mo, inoltre, doneranno alla città di Trento un parco giochi realizzato in plastica riciclata proveniente dalla raccolta differenziata degli imballaggi. Un dono, dal forte impatto simbolico, che mette in risalto i vantaggi concreti della raccolta e l'idea della circolarità della plastica, la cui seconda vita inizia dal comportamento corretto dei consumatori.

«Anche quest’anno animare con spirito di sostenibilità l’Adunata degli Alpini si conferma per il Consorzio una straordinaria occasione di sensibilizzazione – afferma Antonello Ciotti, presidente del consorzio COREPLA -. La plastica è un materiale intelligente: la praticità, la leggerezza, la versatilità e l’igienicità – per citare solo alcune delle sue caratteristiche - lo rendono perfetto per eventi di questo tipo, con grande affluenza di pubblico. Ma la plastica va utilizzata e gestita in modo altrettanto intelligente. Per salvaguardare l’ambiente, è fondamentale che tutti gli imballaggi in plastica rientrino in un sistema di economia circolare: la corretta gestione dei rifiuti si traduce in risparmi in termini di consumo di acqua, materie prime, energia ed emissioni di CO₂. Lo vogliamo testimoniare lasciando alla città un parco giochi in plastica riciclata, per continuare a godere di momenti di svago senza dimenticare l’attenzione nei confronti dell’ambiente». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Centro sociale Bruno contro il nuovo parcheggio: "L'ex Italcementi diventi un parco"

Torna su
TrentoToday è in caricamento