menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata del gatto nero: il 17 novembre è dedicato a lui

Un appuntamento per tutti gli amanti dei felini, soprattutto delle "piccole pantere", cruccio di molti, talismani viventi per altri. E instagram si riempie, come ogni anno, di foto in loro onore

Una giornata tutta dedicata al gatto nero. Si celebra il 17 novembre, nove mesi dopo rispetto a quella del gatto di tutte le specie e i colori e molti proprietari di queste «piccole pantere» celebrano i loro piccoli felini con foto e dediche sui social network. La festa del gatto nero è nata una quindicina di anni fa per volere dell’associazione italiana Difesa Animali ed Ambiente. Lo scopo, è stato spiegato nel comunicato stampa dell'associazone ed è legato alla lotta per combattere il fenomeno dell’uccisione dei gatti neri. Questa nuova recente tradizione si è trasformata nel tempo nella giornata contro tutte le superstizioni, ma anche come occasione per festeggiare questo felino in passato tanto disprezzato e tanto amato allo stesso tempo.

Il gatto è un animale che ha attraversato i secoli venerato o odiato, a seconda dell'epoche e delle credenze popolari. Venerato dagli antichi egizi  e temuto negli anni della caccia alle streghe, quando si pensava che questo piccolo felino fosse legato a loro e quindi finivano a rogo insieme. «In tempi piu recenti - spigano dall'associazione -i gatti neri sono stati oggetto di sacrificio da parte di gruppi esoterici e satanisti e considerati animali porta sfortuna specialmente nella credenza popolare, mentre nella cultura anglosassone il gatto nero è considerato emblema della dea bendata, ovvero della fortuna». L'impegno quotidiano delle associazioni animaliste è volto anche a scongiurare che malintenzionati portino avanti pratiche quali sacrifici e uccisioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento