menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Gestione lupo, Lav contro Provincia: «da oggi anche i lupi nel mirino, noi siamo pronti a difenderli come da anni facciamo con gli orsi!»

Secondo gli attivisti della Lega anti vivisezione con le linee guida per la gestione del lupo ttrento e Bolzano rischiano di scatenare un nuovo conflitto con gli animali selvatici

Le province Autonome di Trento e Bolzano hanno elaborato linee guida comuni per la gestione dei lupi, la Lav (Lega anti vivisezione) è contraria a questa scelta e lancia un allarme su quanto potrebbe accadere nell'immediato futuro. Dopo la comunicazione della Pat delle nuove linee guida, Lav ha commentato, a mezzo di una nota inviata alla stampa, la decisione: «Dopo che la Provincia di Trento ha dimostrato tutta la sua incapacità nel favorire la convivenza pacifica con gli orsi, limitandosi a interventi di uccisione e cattura di animali, potrebbe aprirsi ora una nuova stagione di morte e sofferenza anche per i lupi, da tempo al centro di campagne ostili organizzate sul territorio delle due Province Autonome». 

Gli attivisti hanno inoltre sottolineato che nel 2018 le due Province hanno approvato due leggi uguali con le quali hanno acquisito il «diritto di catturare e abbattere orsi e lupi, nonostante la direttiva Habitat individui gli Stati membri quali responsabili di assicurare la tutela richiesta nei confronti dei grandi carnivori».

Massimo Vitturi, rsponsabile Lav Animali Selvatici sostiene che questa scelta possa portare lo squilibrio: «Con l’approvazione di queste linee guida le due Province sembrano voler aprire un nuovo fronte conflittuale anche nei confronti dei lupi senza neppure essere in grado di proporre una sola azione utile a favorire la convivenza pacifica con questi animali». 

La fiamma tra la provincia e cittadini contrari alle rigide direttive si ravviva. «Lo stesso impegno che da anni caratterizza la nostra azione contro i soprusi esercitati dalla Provincia di Trento nei confronti degli orsi» conclude Vitturi «lo metteremo a disposizione dei lupi, possibili vittime delle due amministrazioni che, incapaci di favorire la convivenza pacifica con i cittadini, si limitano a proporre soluzioni non adeguate a un Paese civile. Verificheremo i contenuti delle linee guida e siamo pronti ad avviare azioni legali a tutela della vita dei lupi» 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento