Con un progetto sui cambiamenti climatici il Comune rifà l'ex Atesina

Spazi abitabili, un parco, una piazza coperta e parcheggi. In ballo 5 milioni di euro, tempi strettissimi per le candidature

Il futuro dell'immobile ex Atesina potrebbe arrivare da un finanziamento europeo sul tema dei cambiamenti climatici. La Giunta comunale ha approvato ieri un bando per cercare un partner con il quale dare vita ad un progetto "audace, creativo e sperimentale". Così si legge nella nota. 

I tempi però sono strettissimi: meno di due settimane per candidarsi, ovvero entro il 14 febbraio, mentre il termine ultimo pper presentare il progetto è il 30 marzo. “L'avviso pubblico serve per individuare partner di tutti i generi, istituzionali e privati" ha spiegato stamattina Chiara Morandini, direttore generale del Comune, nella conferenza stampa di questa mattina.

Di che progetto si tratta? La riqualificazione dei 17 mila metri quadrati dell'ex deposito degli autobus nel quartiere dei Solteri: più di mille metri cubi abitabili ("spazi per l'abitare collaborativo" si legge nella nota, probabilmente spazi di co-working) un'area verde multifunzionale da 6 mila metri quadrati, uno piazza coperta che si sviluppa su 3 mila metri quadrati, parcheggi, collegamenti pedonali e ciclabili.

Cosa c'entra tutto questo con i cambiamenti climatici? La struttura sarà "resiliente al clima", queste le parole usate nella nota. Pannellli fotovoltaici, tecnologie di risparmio idrico ed energetico, abbattimento di emissioni nocive. In ballo ci sono 5 milioni di euro. I soggetti che si candideranno dovranno garantire un co-finanziamento pari al 20% della spesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento