menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stelvio, troppi danni agli orti: la Provincia presta le reti anti-cervo

Ripristinata la misura a protezione degli appezzamenti agricoli all'interno del Parco

All’interno del territorio trentino del Parco dello Stelvio la Provincia fornirà recinzioni in prestito per proteggere orti e campi dagli ungulati, ovvero cervi e caprioli. La proposta è stata approvata dalla Giunta su proposta del vice presidente e assessore all’ambiente Mario Tonina: "con questo provvedimento diamo risposta ad una precisa esigenza espressa dalla comunità, attraverso l’utilizzo di strumenti rispettosi dell’ambiente, della fauna e del paesaggio”.

In Trentino investiti 800 cervi e caprioli all'anno

Si tratta di una misura che era adottata dall'Ente parco prima del passaggio di competenze dallo Stato alle due province autonome ed alla Regione Lombardia. I materiali non saranno concessi a chi beneficia di ulteriori forme di contributo o indennizzo per lo stesso appezzamento oggetto della richiesta. La struttura provinciale che istruirà le pratiche di richiesta di materiali è il Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree Protette che cura la gestione trentina del Parco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento