menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia al cinghiale senza limiti: il Comitato faunistico approva

Il Ddl presentato da tre consiglieri proinciali prevede di escludere il cinghiale dalle possibili limitazioni alla caccia, con l'obiettivo di contenerne l'espansione

"Apprendiamo con soddisfazione che il Comitato faunistico provinciale ha approvato una nuova disciplina per il controllo del cinghiale nella Provincia di Trento su proposta dell’assessore Dallapiccola a seguito della presentazione del ddl 183, riguardante “Modificazioni della legge provinciale sulla caccia 1991 per limitare l’espansione dei Cinghiali". Così i consiglieri provinciali Tonina, Giovanazzi e fasanelli commentano la novità normativa per il contenimento del cinghiale in Trentino. 

Con l’approvazione di questa delibera, si permette ai cacciatori (artt. 9 e 15), di effettuare gli abbattimenti del cinghiale su tutto il territorio provinciale in concomitanza con il periodo per l’esercizio della caccia agli ungulati (cervo, capriolo). Per tutte le specie cacciabili il Comitato faunistico provinciale può prevedere delle limitazioni (ad es. femmine con cuccioli, maschi giovani). Il Ddl esclude  il cinghiale da tali limitazioni. In pratica sarà possibile, nel periodo della caccia, uccidere qualsiasi esemplare di cinghiale, senza alcuna limitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Attualità

L'estate 2021 tra distanziamento e mascherine: come sarà

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cucciolo di orso trovato morto sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 6 maggio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento